Politica

Gli italiani hanno respinto l’assalto dei falsi diritti

Gli italiani hanno respinto l’assalto dei falsi diritti

La schiacciante vittoria elettorale del centrodestra, e in particolare del partito di Giorgia Meloni, suscita giustamente molteplici considerazioni e interpretazioni.
Il mondo pro-family è come un fiume carsico, un fiume di votanti e di voti, nascosto, che fa poco clamore e che non viene invitato nei salotti bene, da Porta a Porta a Tg2 Post, ma che scorre tanto silenzioso quanto gonfio d’acqua.

Non possiamo far finta di non vedere e interessarci solo del nostro orticello.

Non possiamo far finta di non vedere e interessarci solo del nostro orticello.

Guai a parlare di “reddito di maternità” o di “contributi figurativi” a fini pensionistici legati al numero di figli; guai a mettere nero su bianco norme che garantiscono maternità e lavoro per le donne gravide, come ha chiesto pochi giorni fa Papa Francesco; guai a dire con chiarezza che la culla della vita è la famiglia mamma e papà, e che ogni bimbo ha diritto ad avere una mamma e un papà; guai a difendere i più deboli e malati garantendo cure palliative adeguate ed efficaci, piuttosto che avviarli all’assurdità del suicidio assistito.

ESPRESSIONI  E  DISCORSI  D’ODIO

ESPRESSIONI E DISCORSI D’ODIO

La difesa dalle discriminazioni delle minoranze passa dalla formazione di una nuova mentalità, veicolata dai soggetti che comunicano al grande pubblico, e non dal Codice penale (come avrebbe voluto il p.d.l. Zan).

“ASFALTAR NO ES GUBERNAR”

“ASFALTAR NO ES GUBERNAR”

Siamo infatti convinti che, come la storia ha dimostrato, servire il diritto e combattere il dominio dell’ingiustizia rappresenta e rimane il compito fondamentale del politico.