Gandolfini (Family Day): attacco al CAV di Padova, negano alle donne il diritto a scegliere per la vita

A colpire è ancora l'intolleranza e l'odio di chi vorrebbe rappresentare i diritti delle donne negando loro il supporto e l'assistenza nelle gravidanze difficili.

di Redazione

Il Family Day è nato dall’amore sincero per la famiglia e per la vita ed è sbocciato mostrando decine di migliaia di famiglie disposte a manifestare e a combattere per la loro dignità ed esistenza. Tutte le donne e tutti gli uomini hanno pari dignità, non ci sono sconti a questo fondamento della vita civile. La famiglia fondata sull’amore tra uomo e donna che si donano generando il frutto del loro amore che sono i figli, è il secondo fondamento che ha realizzato quella varietà, bellezza e ricchezza di popoli e nazioni che oggi popolano il nostro pianeta.

8 Gennaio 2024

“Il Family Day esprime solidarietà al Movimento Per la Vita Italiano e condanna il vile atto vandalico che ha colpito il Centro Aiuto alla Vita (CAV) di Padova, imbrattato con letame e scritte ingiuriose”, commenta il leader del Family Day, Massimo Gandolfini.

“A colpire è ancora l’intolleranza e l’odio di chi vorrebbe rappresentare i diritti delle donne negando loro il supporto e l’assistenza nelle gravidanze difficili. Gruppi ideologizzati vogliono privare giovani ragazze in difficoltà (in molti casi migranti) anche dell’ultima possibilità di scelta per la vita. Una violenza mortifera, ottusa e lontana anni luce dalle vere necessità delle donne. Alla luce di questo episodio, esortiamo le autorità locali e nazionali a garantire l’agibilità sociale di tutti i movimenti Pro Life italiani e a trovare ulteriori fondi per le maternità difficili. In un paese in pieno inverno demografico questi servizi rappresentano una vera missione sociale per tutta la nazione”, conclude Gandolfini

RIPRODUZIONE RISERVATA

Ti potrebbe interessare..

Share This

Se ti piace questo articolo lo puoi condividere!

Altre persone potrebbero trovarlo utile.