Gandolfini (Family Day): l’aborto nella carta dei diritti è un’imposizione ideologica e divisiva; a giugno sosteniamo candidati prolife

“Aggiungere l’aborto alla Carta dei diritti fondamentali dell’Ue è un’imposizione ideologica divisiva che interferisce con le diverse sensibilità dei popoli europei e che minaccia la sovranità degli Stati sui temi etici sensibili rispetto ai quali non possono esserci diktat da parte di Bruxelles”. Così il leader del Family Day, Massimo Gandolfini, condanna il voto odierno […]

di Redazione

Il Family Day è nato dall’amore sincero per la famiglia e per la vita ed è sbocciato mostrando decine di migliaia di famiglie disposte a manifestare e a combattere per la loro dignità ed esistenza. Tutte le donne e tutti gli uomini hanno pari dignità, non ci sono sconti a questo fondamento della vita civile. La famiglia fondata sull’amore tra uomo e donna che si donano generando il frutto del loro amore che sono i figli, è il secondo fondamento che ha realizzato quella varietà, bellezza e ricchezza di popoli e nazioni che oggi popolano il nostro pianeta.

11 Aprile 2024

“Aggiungere l’aborto alla Carta dei diritti fondamentali dell’Ue è un’imposizione ideologica divisiva che interferisce con le diverse sensibilità dei popoli europei e che minaccia la sovranità degli Stati sui temi etici sensibili rispetto ai quali non possono esserci diktat da parte di Bruxelles”. Così il leader del Family Day, Massimo Gandolfini, condanna il voto odierno con cui l’Europarlamento chiede di inserire l’aborto nell’articolo 3 della Carta dei diritti fondamentali.

“Uccidere un bambino nel ventre materno non potrà mai essere considerato un diritto inalienabile. Quello alla vita è infatti il primo diritto da cui discendono tutti gli altri e senza il quale non può esserci alcun’altra rivendicazione individuale e sociale. L’Europa mortifera delle culle vuote in questo modo dimostra di essere incapace di sostenere i soggetti più deboli e le madri con gravidanze difficili. Questo ennesimo sfregio ai valori, che stanno alla base della civiltà europea, deve incoraggiare ad andare a votare candidati per la vita e la famiglia, alle prossime elezioni europee di giugno”. Conclude Gandolfini

RIPRODUZIONE RISERVATA

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Resta aggiornato con tutte le iniziative e gli articoli in difesa della vita e della famiglia.

    Acconsento al trattamento dei dati secondo la Privacy Policy

    Ti potrebbe interessare..

    Share This

    Se ti piace questo articolo lo puoi condividere!

    Altre persone potrebbero trovarlo utile.