Gandolfini (Family Day): Papa Francesco condanna Utero in affitto, è ora che la politica approvi le leggi per perseguire la pratica a livello internazionale

In mezzo a queste vergognose tenebre brillano ancora di più le parole di Papa Francesco che ha ricordato inoltre che la famiglia composta da mamma papà e figli non è concetto ideologico ma la prima cellula di una comunità.
Comunicato stampa

di Redazione

Il Family Day è nato dall’amore sincero per la famiglia e per la vita ed è sbocciato mostrando decine di migliaia di famiglie disposte a manifestare e a combattere per la loro dignità ed esistenza. Tutte le donne e tutti gli uomini hanno pari dignità, non ci sono sconti a questo fondamento della vita civile. La famiglia fondata sull’amore tra uomo e donna che si donano generando il frutto del loro amore che sono i figli, è il secondo fondamento che ha realizzato quella varietà, bellezza e ricchezza di popoli e nazioni che oggi popolano il nostro pianeta.

10 Giugno 2022

“Oggi il Papa ha esortato le famiglie a fare fronte alle grandi problematiche dell’attualità che minacciano la dignità della donna e dei bambini, quali utero in affitto e pornografia. Non deluderemo l’auspicio di Francesco che con le sue parole offre nuova linfa a tutti i movimenti pro family che si battono per la tutela della vita e della famiglia” così il leader del Family day commenta il discorso di Papa Francesco pronunciato oggi all’udienza della Federazione delle Famiglie cattoliche europee:

“Speriamo che le sfide indicate dal Pontefice siano raccolte anche da una classe politica sorda e distratta, che non riesce da approvare i numerosi disegni di legge che servono a contrastare, sul piano internazionale, la barbara pratica della maternità surrogata che mercifica i corpi e le vite di tante donne e bambini. Una classe politica che però ieri al parlamento europeo ha trovato il tempo per approvare una risoluzione che chiede una maggiore garanzia di accesso all’aborto senza limiti negli Stati Uniti. Un’ingerenza priva di alcuna base legale. L’aborto non è definito come “un diritto” da alcun trattato internazionale e nemmeno dalla legge 194 italiana. Semmai devono preoccupare le derive dell’introduzione della pratica dell’aborto che in alcuni Stati Usa hanno portato all’uccisione del bambino fino a pochi giorni prima del parto” prosegue Gandolfini.

“In mezzo a queste vergognose tenebre brillano ancora di più le parole di Papa Francesco che ha ricordato inoltre che la famiglia composta da mamma papà e figli non è concetto ideologico ma la prima cellula di una comunità. In particolare la nostra Italia dovrebbe fare tesoro di questi insegnamenti, per ovviare alla grave piaga dell’inverno demografico che rischia di sfilacciare ulteriormente il nostro tessuto sociale” conclude Gandolfini.

Ti potrebbe interessare..

Share This

Se ti piace questo articolo lo puoi condividere!

Altre persone potrebbero trovarlo utile.