Giornata stati vegetativi. Gandolfini (Family Day): Stato garantisca assistenza alle famiglie invece di aprire all’eutanasia per gli “improduttivi”

“Ogni vita vale e ogni vita ha una dignità intrinseca pari a tutte le altre: questo ci ricorda l’odierna Giornata dedicata alle persone in stato vegetativo e di minima coscienza. Questa ricorrenza viene fatta passare volutamente in sordina perché si sta affermando una cultura dello scarto, che mira ad eliminare i soggetti più fragili e […]
Comunicato stampa

di Redazione

Il Family Day è nato dall’amore sincero per la famiglia e per la vita ed è sbocciato mostrando decine di migliaia di famiglie disposte a manifestare e a combattere per la loro dignità ed esistenza. Tutte le donne e tutti gli uomini hanno pari dignità, non ci sono sconti a questo fondamento della vita civile. La famiglia fondata sull’amore tra uomo e donna che si donano generando il frutto del loro amore che sono i figli, è il secondo fondamento che ha realizzato quella varietà, bellezza e ricchezza di popoli e nazioni che oggi popolano il nostro pianeta.

9 Febbraio 2023

Ogni vita vale e ogni vita ha una dignità intrinseca pari a tutte le altre: questo ci ricorda l’odierna Giornata dedicata alle persone in stato vegetativo e di minima coscienza. Questa ricorrenza viene fatta passare volutamente in sordina perché si sta affermando una cultura dello scarto, che mira ad eliminare i soggetti più fragili e improduttivi in nome di una falsa libertà di scelta e di un falso pietismo”, afferma il leder del Family Day e neurochirurgo, Massimo Gandolfini.

“Questo tipo di disabilità coinvolge in maniera rilevante i familiari; per questo lo Stato e la società civile sono chiamate alla massima responsabilità per garantire assistenza e prossimità alle famiglie che ogni giorno offrono cure e amore alle persone che si trovano in questa condizione che, ricordiamo, può essere permanente, ma anche temporanea. La via eutanasica è la risposta che vuole imporre una certa politica invece noi chiediamo un adeguato sostegno economico e che allevi i carichi delle famiglie, associato ad una campagna culturale che promuova la dignità della vita di queste persone gravemente disabili”.

Redazione

Il Family Day è nato dall’amore sincero per la famiglia e per la vita ed è sbocciato mostrando decine di migliaia di famiglie disposte a manifestare e a combattere per la loro dignità ed esistenza. Tutte le donne e tutti gli uomini hanno pari dignità, non ci sono sconti a questo fondamento della vita civile. La famiglia fondata sull’amore tra uomo e donna che si donano generando il frutto del loro amore che sono i figli, è il secondo fondamento che ha realizzato quella varietà, bellezza e ricchezza di popoli e nazioni che oggi popolano il nostro pianeta.

Ti potrebbe interessare..

Share This

Se ti piace questo articolo lo puoi condividere!

Altre persone potrebbero trovarlo utile.