Udienza con il Papa – Gandolfini (Family Day): grande condivisione sui temi del nostro impegno

Da questo intenso dialogo è emersa una totale condivisione, anche operativa, in ordine alla difesa di questi grandi valori”, riferisce il leader del Family Day Massimo Gandolfini. Alla fine ha chiesto di essere “costantemente aggiornato e informato”, ha ringraziato per la nostra “opera provvidenziale” e ha impartito la Sua benedizione sul Family Day e su tutti coloro che lavorano per la vita”.

di Redazione

Il Family Day è nato dall’amore sincero per la famiglia e per la vita ed è sbocciato mostrando decine di migliaia di famiglie disposte a manifestare e a combattere per la loro dignità ed esistenza. Tutte le donne e tutti gli uomini hanno pari dignità, non ci sono sconti a questo fondamento della vita civile. La famiglia fondata sull’amore tra uomo e donna che si donano generando il frutto del loro amore che sono i figli, è il secondo fondamento che ha realizzato quella varietà, bellezza e ricchezza di popoli e nazioni che oggi popolano il nostro pianeta.

15 Febbraio 2022

In un clima di grandissima benevolenza ed accoglienza, la mattina di lunedì 14 febbraio, ho avuto la gioia e l’onore di essere ricevuto in udienza privata da Papa Francesco. Il Santo Padre ha ascoltato con grande attenzione quanto Gli ho riferito in merito all’attività della nostra Associazione Family Day sui temi della promozione e custodia della vita, della famiglia naturale e della libertà educativa. Da questo intenso dialogo è emersa una totale condivisione, anche operativa, in ordine alla difesa di questi grandi valori”, riferisce il leader del Family Day Massimo Gandolfini.

“Abbiamo parlato del Family Day – il Santo Padre si ricordava del nostro precedente incontro, qualche anno fa – e ho avuto anche modo di dettagliare le iniziative che stiamo intraprendendo per dare voce e visibilità al grande “popolo della vita” che spesso vive sentimenti di amarezza e delusione. Ho trasmesso al Santo Padre la nostra ferma volontà di fare di tutto per arginare il male dilagante rappresentato da iniziative legislative che vanno esattamente nel segno della “cultura dello scarto”, tante volte condannate esplicitamente dal Papa.

Abbiamo, quindi, parlato di aborto, eutanasia, suicidio assistito, utero in affitto, liberalizzazione della droga e colonizzazioni ideologiche che demoliscono l’umano che è in noi. Ho anticipato al Santo Padre che stiamo organizzando una grande “manifestazione per la vita” che si terrà a Roma nel prossimo maggio. Il Papa ha espresso il Suo assenso e assicurato la Sua benedizione”.

Al termine dell’incontro mi ha ricordato che dobbiamo lottare contro il diavolo – “che esiste, anche se il mondo non lo crede, perché con il diavolo non si scende a patti, né si dialoga, o si dialoga solo attraverso la Parole di Dio, come ha fatto Gesù”, sono state le Sue parole”

Alla fine ha chiesto di essere “costantemente aggiornato e informato”, ha ringraziato per la nostra “opera provvidenziale” e ha impartito la Sua benedizione sul Family Day e su tutti coloro che lavorano per la vita”.


Tutte le foto sono soggette © Vatican Media

Ti potrebbe interessare..

Share This

Se ti piace questo articolo lo puoi condividere!

Altre persone potrebbero trovarlo utile.