Verona ‘sceglie la vita’, tutti a Roma insieme ad una mamma con le idee chiare

Non possiamo aspettare sempre che le sfide per il futuro dei nostri figli le affronti qualcun altro

di Redazione

Il Family Day è nato dall’amore sincero per la famiglia e per la vita ed è sbocciato mostrando decine di migliaia di famiglie disposte a manifestare e a combattere per la loro dignità ed esistenza. Tutte le donne e tutti gli uomini hanno pari dignità, non ci sono sconti a questo fondamento della vita civile. La famiglia fondata sull’amore tra uomo e donna che si donano generando il frutto del loro amore che sono i figli, è il secondo fondamento che ha realizzato quella varietà, bellezza e ricchezza di popoli e nazioni che oggi popolano il nostro pianeta.

10 Maggio 2023

“Decidere è scegliere e scegliere è una delle cose più difficili che l’uomo è chiamato a fare”. Francesca Caloi, attiva nell’Associazione FamilyDAY di Verona, attinge alle parole di Beato Rosario Livatino per spiegare perché la manifestazione sabato 20 maggio a Roma è un appuntamento che nessuno di noi può ignorare. “Le scelte sono difficili ma se si sceglie per la vita non ci si sbaglia mai”, sottolinea ancora Francesca per lanciare la partecipazione della comunità pro life di Verona alla Manifestazione nazionale ‘Scegliamo la vita’.

Avvocato e madre di due figli, Francesca Caloi, 41 anni, è mossa dal desiderio di difendere la verità, la stessa motivazione che la spinge ogni giorno ad esercitare la sua professione. “Scegliere per la vita è semplice perché ce lo chiede il cuore ma comporta anche dei sacrifici”, ricorda Francesca che rinuncerà a partecipare alla recita scolastica di suo figlio che andrà in scena sabato 20 maggio, lo stesso giorno della manifestazione. “Mio figlio lo capirà – prosegue l’attivista veronese – ho intenzione di scrivergli una lettera che spieghi il mio gesto; il valore del mia decisione non deve capirlo subito ma un giorno comprenderà che il tempo dedicato per andare a Roma è stato speso anche nel suo interesse”.

Francesca indica quindi un impegno per la vita, la famiglia e la libertà educativa che può essere percorso da tutti a patto che ci sia una scelta consapevole: “Io ho scelto di essere moglie, madre e una lavoratrice e nella vita bisogna continuare a scegliere ogni giorno per conservare quanto di buone esiste a questo mondo. Per questo siamo chiamati a fare un passo fuori dalla nostra zona di confort, non possiamo aspettare sempre che le sfide per il futuro dei nostri figli le affronti qualcun altro”.

©Riproduzione riservata

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER!

Resta aggiornato con tutte le iniziative e gli articoli in difesa della vita e della famiglia.

    Acconsento al trattamento dei dati secondo la Privacy Policy

    Ti potrebbe interessare..

    Il programma del campo largo: educazione gender ai bimbi

    Il programma del campo largo: educazione gender ai bimbi

    Lanciamo un forte appello a non sostenere con il proprio voto liste, candidati e programmi che promuovono la dissoluzione di principi fondamentali – come la difesa della vita e della famiglia naturale – su cui si è sempre costruita, e si potrà continuare a costruire, una società che sia veramente civile.

    Appello al voto

    Appello al voto

    In occasione delle elezioni europee il presidente del Family Day Massimo Gandolfini rivolge un appello agli elettori per un voto consapevole a sostegno della vita e della famiglia

    Share This

    Se ti piace questo articolo lo puoi condividere!

    Altre persone potrebbero trovarlo utile.